By / 1st luglio, 2018 / Cosa fare a Pescara / Off

Cerchi una pausa pomeridiana al tuo tour pescarese? Non c’è momento migliore per assaggiare il famoso Maritozzo de la Bresciana.

La Cremeria Bresciana è da sempre un punto di riferimento pop per adulti e ragazzi, famosa per il suo straordinario Maritozzo con la panna! Non di certo una specialità Abruzzese, ma entrata di diritto tra le istituzioni culinarie pescaresi. Ma come è iniziato tutto e come viene fuori quel nome?

Negli anni 40 giunge a Pescara Noemi, una signora della provincia di Brescia. La donna apre una Macelleria che, per motivi legati alla situazione socio economica, poco dopo viene convertita, così nel 1948 apre un’attività che farà storia e che porta il nome che i pescaresi avevano creato per Noemi “La Bresciana”.
Durante la guerra “La Bresciana” si limitava alla sola vendita di latte, per poi espandere il commercio a mozzarelle, burro, yogurt bulgaro (una novità assoluta in zona) e soprattutto panna in soffici e dolci panini (Maritozzo).

Maritozzo La Bresciana

Nel 1964, nonostante gli affari vadano a gonfie vele, a seguito di gravi problemi di salute Noemi si vede costretta a vendere l’attività. Il nuovo proprietario, Vincenzo Bucciarelli avrà un solo diktat da parte della vecchia proprietaria: lasciare invariato il nome. Vincenzo era già avvezzo all’arte del commercio e della pasticceria: dall’età di 13 anni alle dipendenze nella famosa pasticceria D’Amico, ideatrice del Parrozzo, (per sapere di più sul Parrozzo clicca QUI) ed è così che nel corso del tempo affianca ai classici maritozzi, mostaccioli, bombe e cornetti, la produzione del gelato, anch’esso rigorosamente artigianale.

“La Bresciana” è rimasta così come deve essere: semplice, essenziale, dal sapore un po’ retrò ed è per questo che piace, è per questo che non passa mai di moda.

La Bresciana Pescara